domenica 24 novembre 2013

Libro : i Paradisi Fiscali di Silvio Berlusconi


Passione offshore, i paradisi di Silvio

In vent’anni di indagini scoperti

 un miliardo 
e 277 milioni 

nascosti 
al Fisco.

 È il primato 
dell’ex Cavaliere. 

Rivelato 
in un libro-inchiesta

In Italia c’è abbondanza di evasori. 

Ma anche in questo campo Silvio Berlusconi non ha rivali. 

Dopo la condanna definitiva per frode fiscale, consacrata il primo agosto 2013 dalla Cassazione, ora è possibile fare un primo bilancio completo e documentato sui fondi neri scoperti in vent’anni d’indagini sul proprietario della Fininvest. Il conto finale è da primato: almeno un miliardo e 277 milioni di euro. Per guadagnare la stessa cifra un maresciallo della squadra anti-evasione della procura di Milano, che ha uno stipendio di 2 mila euro al mese se fa gli straordinari, dovrebbe lavorare per 53 mila e 208 anni.

Nel video-messaggio del 18 settembre Berlusconi si è proclamato «assolutamente innocente» e ha accusato la magistratura di averlo colpito con «una sentenza mostruosa e politica». La riprova del complotto sarebbe la presunta esiguità dell’evasione per cui è stato condannato: 7 milioni e 300 mila euro, nulla per un miliardario come lui. In realtà quella frode è l’unico pezzo di processo che è riuscito a sopravvivere alla legge ex Cirielli, approvata nel 2005 dai suoi parlamentari, che ha dimezzato i termini di prescrizione dei reati. Ma in tutti i gradi di giudizio le sentenze definiscono «colossale» la massa di denaro nero che si è riversata sulle società offshore gestite dal gruppo Fininvest e risultate «di proprietà personale di Berlusconi».

L’accusa ha dimostrato che i prezzi dichiarati al fisco per i film americani comprati da Fininvest e Mediaset venivano costantemente gonfiati, per portare soldi all’estero. La condanna definitiva quantifica in 368 milioni e 510 mila dollari il totale dei fondi neri creati, con i contratti truccati, nel solo quinquennio esaminato nel processo, che va dal 1994 al 1998. Di questa «sistematica frode fiscale», spiegano i giudici, Berlusconi è stato «l’ideatore, l’organizzatore e il beneficiario finale»: i soldi finivano su conti offshore gestiti dai suoi tesorieri personali. E le stesse sentenze precisano che questa è solo una parte di un enorme patrimonio segreto accumulato «fin dagli Ottanta». Ora un libro-inchiesta di Paolo Biondani e Carlo Porcedda (“Il Cavaliere Nero”, edito da Chiarelettere) ricostruisce come si è formato e in quali paradisi fiscali è stato nascosto l’intero tesoro nero di Silvio Berlusconi, pubblicando per la prima volta i documenti originali che comprovano le accuse.

Il processo Mediaset è nato da una costola delle indagini di Tangentopoli, che già negli anni Novanta avevano portato alla scoperta delle prime 64 società offshore del gruppo Fininvest, attive tra il 1989 e il 1994-95. La tesoreria centrale si chiamava All Iberian: un sistema di conti esteri «non ufficiali» che ha finanziato «operazioni riservate» per un totale di 1.550 miliardi di lire (775 milioni di euro). Un fiume di denaro nero utilizzato, tra l’altro, per pagare tangenti a politici come Bettino Craxi e per corrompere il giudice civile romano che ha regalato il gruppo Mondadori alla Fininvest. Per questo primo tesoro offshore il Cavaliere aveva ottenuto l’impunità, dopo le elezioni del 2001, grazie alla contestatissima legge che ha trasformato quel gigantesco falso in bilancio in una semplice contravvenzione a prescrizione ultra-rapida: le sentenze definitive però spiegano che Berlusconi «non può certo dirsi innocente».

Il processo Mediaset, quello che ha portato alla condanna finale, è partito dalla scoperta dei depistaggi organizzati per fermare Mani Pulite: documenti sotratti alle perquisizioni, conti svuotati per far sparire i soldi, fino alla corruzione del testimone chiave, l’avvocato inglese David Mills. L’obiettivo di tante manovre di «inquinamento probatorio», come le ha definite il pm Fabio De Pasquale, era nascondere le offshore personali di Berlusconi, tra cui spiccano le società Century One e Universal One: due forzieri esentasse con almeno 252 milioni di dollari. Le carte fatte sparire nel 1996, e ritrovate solo nel 2003-2004, riguardano anche la società Bridgestone, intestataria di uno yacht e di una villa da 12 milioni di dollari alle Bermuda: un regalo offshore di papà Silvio alla figlia Marina Berlusconi.

Il Cavaliere, inoltre, controlla personalmente un sistema di conti alle Bahamas, che hanno ricevuto almeno 26 milioni di dollari fino al 1998, attraverso un grossista di carni di Montecarlo, trasformato in improbabile venditore di film.

Non bastasse, c’è il nero italiano. Nella sentenza definitiva del processo per le tangenti alla Guardia di finanza, chiuso nel 2001, si legge che la Fininvest aveva notevolissime «disponibilità extra-bilancio» già negli anni Ottanta: almeno 65 milioni di euro. Un patrimonio nero così quantificato dagli stessi giudici della Cassazione che in quel caso avevano assolto il Cavaliere, spiegando che i manager della Fininvest avevano davvero corrotto 12 finanzieri tra cui un generale, ma lui poteva non saperlo.

Un altro tesoro nascosto è invece attualissimo. Nel processo Mediaset il ruolo di primattore spetta a Frank Agrama, imprenditore del cinema con base a Los Angeles, condannato a tre anni. La sentenza definitiva lo bolla come un «intermediario fittizio», che incassava il nero e lo spartiva segretamente con Berlusconi. Nel solo quinquennio 1994-98, le tv del Cavaliere hanno speso 200 milioni di dollari per acquistare film della Paramount attraverso quel fortunatissimo mediatore americano. Ma al colosso di Hollywood è arrivato soltanto un dollaro su tre. Ben 55 milioni li ha trattenuti Agrama «senza svolgere alcuna attività». E altri 80 milioni di dollari sono rispuntati sui conti delle solite offshore personali di Berlusconi.

Di tutti questi fondi neri, nessuna autorità italiana è mai riuscita a sequestrare un solo centesimo. La sentenza Mediaset ha condannato Berlusconi, per effetto della ex Cirielli, 
a risarcire solo 10 milioni di euro.
 Meno di un trentaseiesimo dei profitti accumulati con la frode fiscale 
di cui è stato riconosciuto colpevole.

di Paolo Biondani
.

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

Bookcity, Milano : Scrittori sulla via della lettura



Bookcity, Milano - Scrittori sulla via della lettura

Il festival letterario che per quattro giorni, oggi è l'ultimo, porta a Milano eventi legati a libri e narrativa in tutta la città dà spazio anche alla fotografia con "Scrittori sulla via della lettura", la mostra che ritrae 48 tra gli scrittori più importanti del Novecento. A completare i ritratti, le didascalie con le citazioni più famose. Le immagini sono esposte su edifici della città come la Camera di commercio , l'Università Statale, la biblioteca Sormani e la Rotonda della Besana. "La via della lettura" è solo uno degli oltre 600 eventi organizzati nella quattro giorni di Bookcity. Tutta la città viene coinvolta, dalle biblioteche rionali fino alle scuole.


Sul blog foto e parecchie citazioni degli scrittori.


Il sito del festival
 — a Milano.
.

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

sabato 23 novembre 2013

Forza Lavoro : Maurizio Landini, libro


“Il lavoro è decisivo per cambiare il Paese e combattere le diseguaglianze ma negli ultimi anni è stato cancellato e precarizzato.
 La sola forza della partecipazione potrà portare al miglioramento”. 

Maurizio Landini, segretario Fiom, descrive il senso del suo libro “Forza Lavoro” (Feltrinelli Editore, 135 pagine, 14 Euro) 
che affronta la crisi, i disagi sociali, il ruolo della politica e le logiche dell’economia. 

Un capitolo è dedicato al referendum di Mirafiori “che ha reso evidente il disegno di un’impresa volto a cambiare i rapporti sociali nel Paese.
 Una battaglia che andava fatta, come ha dimostrato tre anni dopo la Corte costituzionale“. 

“Non vedo a sinistra una forza politica che si fa carico dei diritti negati dei lavoratori. 
Sel ha presentato la proposta sul reddito minimo, ma il Pd sembra ancora distante da questi temi”, dice Stefano Rodotà, impegnato nella presentazione del libro con l’autore e Antonio Padellaro, direttore del Fatto Quotidiano. Landini lo ripete anche nel libro: “Non ho intenzione di candidarmi”. E Rodotà aggiunge: “Lo abbiamo detto tante volte, non vogliamo fare il partitino.

 I movimenti referendari, Libera, la Fiom, Emergency hanno vinto le loro battaglie, 
per questo io sto dalla parte di Landini che in questo momento guida 
un soggetto vincente che non deve abbandonare” .


.

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

martedì 19 novembre 2013

Israele : chi Parla l'Arabraico



Israele: C'è chi parla l'arabraico

Un idioma che nasce dall'adozione di termini ebraici da parte degli arabi. Diffuso tra gli arabi israeliani, ma osteggiato dai palestinesi dei Territori occupati


- I due studiosi che lo hanno identificato lo chiamano arabraico: è un nuovo idioma che si può ascoltare in Israele, il risultato di una contaminazione linguistica tra arabo ed ebraico di uso più comune tra i palestinesi di Israele (noti come arabi israeliani), che rappresentano il 20 per cento della popolazione.

Si tratta dell'adozione di termini ebraici da parte degli arabi. Un fenomeno che in realtà avviene anche nella direzione opposta: infatti, molte parole arabe sono ormai di uso corrente tra gli israeliani. È abbastanza naturale prendere a prestito parole di un altro idioma quando ci si entra a contatto ogni giorno e nello Stato ebraico si parlano diverse lingue oltre all'ebraico e all'arabo: yiddish, inglese, francese, russo e amarico.

Nel loro libro 'Walla Be-Seder', cioè 'Perbacco, va bene', i linguisti Abed Rahman Mar'i e Rubik Rosenthal parlano appunto di questo nuovo linguaggio, l'arabraico, che sta prendendo piede tra gli arabi di Israele, ma è invece mal tollerato e poco diffuso tra i palestinesi dei Territori occupati e tra l'élite intellettuale araba. Ma per le strade delle città israeliane e nelle zone dove i contatti tra la comunità araba e quella ebraica sono più frequenti, è facile imbattersi in persone che intercalano il loro discorso in arabo con parole come Yofi (ottimo), Be-Seder (va bene) e perfino qualche termine preso a prestito dal gergo militare israeliano, come Totach (cannone), per una persona particolarmente in gamba nel suo settore, o Pzazza (bomba) per una bella donna. Chi parla ebraico, invece, ricorre spesso a parole arabe come Yalla (forza!), Ahla (al meglio) e Sababa (grande goduria). L'arabraico è stato anche sdoganato dai media, hanno fatto notare Mar'i e Rosenthal. Infatti, è molto usato nei siti internet, ha fatto il suo esordio al cinema nel film Ajami, candidato agli Oscar, ed è usato nella famosa sit-com Lavoro arabo.

Le parole superano le barriere e diventano parte del glossario di una lingua, ma l'arabraico al momento resta di uso comune tra gli arabi israeliani e non è affatto diffuso nei Territori occupati. Al contrario è mal visto dai palestinesi che vivono sotto occupazione e probabilmente percepiscono in questa contaminazione linguistica un'altra forma di colonizzazione. Le parole ebraiche diffuse nei Territori sono quelle del gergo militare legato all'occupazione: ad esempio, Segher (zona militare chiusa) e Tariq al-Okef, deviazione stradale dovuta a posti di blocco.

da http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=91208
.

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

venerdì 8 novembre 2013

Trucchi per Sedurre ogni Segno dello Zodiaco


.
Come Conquistare

 Uomini e Donne 

di ogni Segno Zodiacale 

  potenzialità e debolezze

 inclinazioni e fobie

 trucchi per sedurre ogni segno dello zodiaco.

Ecco Tutti i Segni  :






.




Ottimo come Regalo
Guardalo qui
http://cipiri15.blogspot.it/2013/01/zodiaco-manifesto.html

.

SCORPIONE

BILANCIA

VERGINE

LEONE

.



Ottimo come Regalo

Guardalo qui

CANCRO

GEMELLI

ARIETE

.


leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

mercoledì 6 novembre 2013

Come Trovare Ispirazione


Come Trovare Ispirazione 

Quando abbiamo deciso di scrivere una storia, un libro o fare un’azione intelletuale, in generale, spesso non sappiamo davvero come continuare. Per una mente addestrata alla creatività, è una questione di tempo, ma che cosa succede se fai fatica a trovare l’ispirazione per attuare un progetto o un’azione? Se abbiamo necessità di ricercare uno o più momenti di ispirazione, ci sono una serie di tecniche che possiamo seguire, e tutte sono davvero facili da praticare.

L’ispirazione è ovunque, non ci resta che aprirsi ad essa attivamente, allenandoci. Quindi , ecco alcuni suggerimenti:

1 – Ascoltare e guardare con attenzione il mondo circostante. L’ispirazione può apparire in una frase, evento o immagine. Ad esempio, quando viaggi in metropolitana o in autobus, guarda le persone che viaggiano con te. Sicuramente c’è qualcuno che possa lasciarti un messaggio. E’ molto raro che questo esercizio non produca un’idea interessante. Inoltre, se non si ottiene qualcosa di buono e non succede nulla, non hai sprecato il tuo tempo perché comunque hai attivato il cervello. Per creare devi esercitare regolarmente la mente! Quando si corre per una maratona è necessario allenarsi prima, giusto? Lo stesso si applica alle conversazioni che ascoltiamo o alle immagini che visioniamo.

2 – Leggere e guardare la TV attivamente. Voglio dire, non basta leggere le parole e vedere le immagini. Cerca di anticipare l’azione. Immagina, nei vari personaggi di un film quale vorresti interpretare e forse se il film non è di tuo gradimento, crea scene che potrebbero migliorare la tua analisi: inventa il film che vorresti vedere! Sarà il tuo film.

3 – Domanda. Quali immagini visualizzi? Chi è il soggetto del quadro? Come puoi migliorare? Quando hai visto quella immagine? Perchè? E continua così, le domande hanno un potere straordinario.

4 – Rifletti. Conserva in una scatola (o sul disco fisso del tuo computer) immagini, citazioni, etc., qualsiasi cosa che cattura la tua attenzione. Quando non sai bene cosa scrivere, prendi tre cose a caso dal cassetto e cerca di collegarle. Esaminale bene, analizzale e trova i punti con i quali è possibile creare una relazione causa-effetto. In caso contrario, prendi altre tre cose a caso, poi altre tre, e così via. Non limitare l’attività del tuo cervello, cerca correlazioni! Spesso quando scrivo degli articoli come questo ad esempio, arrivo ad un punto in cui le dita non scorrono sulla tastiera e allora sai cosa faccio? Mi fermo e interrompo la redazione, occupandomi di altro. Attendo il giorno dopo e poi riprendo a mente fresca, trovando soluzioni e pensieri a me soddisfacenti!

5 – Sognare ad occhi aperti. In alcune situazioni avere la “sindrome di Peter Pan” è veramente un’ancora di salvezza. Chi sviluppa la capacità di sognare ad occhi aperti, riesce a fantasticare di più e produrre frasi interessanti, ricercare le immagini più significative, interpretare personaggi meravigliosi. Inoltre, per aumentare la fantasia tieni sempre vicino al tuo letto un quaderno con una penna. Sai perché? Perché così potrai scrivere e “catturare” i tuoi veri sogni notturni, quelli creati e espressi dal tuo inconscio. È possibile utilizzare il sistema delle domande che abbiamo visto nei punti precedenti. Inoltre, questi sogni serviranno a conoscere gli aspetti della tua personalità che certamente non erano stati considerati fino ad ora.

6 – Respirare consapevolmente e rilassarsi. Respirare col diaframma come fanno i bambini per intenderci è la migliore tecnica che puoi utilizzare per rilassarti e svuotare la mente. In questo modo puoi aiutare il tuo cervello ad ossigenarsi meglio e “cogliere” le immagini a supporto delle tue idee.

7 – Il miglior consiglio. Porta sempre con te un registratore, un notebook o qualsiasi cosa che servirà a registrare le tue idee, impressioni, ecc . Non fare come i fotografi che davanti ad un’immagine strarodinaria commentano “Ah se avessi portato la macchina fotografica!” Le idee nascono all’improvviso, senza preavviso e se non ci prepariamo a raccoglierle, vanno via da dove sono venute. E a volte quelle stesse espressioni e modalità, credimi, non tornano uguali identiche.
 A volte anche meglio però! Metti in pratica questi esercizi.
. .

leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

IMAGO : Cofanetto Regalo


IMAGO
Ecco il nome delle carte che ho disegnato
ispirandomi all' antico gioco dei
TAROCCHI

Non devi essere un Mago o un Strega
per leggere il Futuro

Non ti spaventare e' solo un gioco 
basato sulle immagini .

Dopo uno studio che ho realizzato in 5 anni 
ho scoperto
 che molti Imperatori , Re e Regine ,
prima di ogni battaglia ,
alla vigiglia di un matrimonio ,
insomma quando dovevano Affrontare una 
Grande decisione sulle sorti del loro Regno ,
si affidavano al loro Mago di corte ,
oppure
 all' Astrologo che interpretava
 il movimento dei pianeti ,
spesso suggerendo soluzioni sbagliate
o negative per il popolo sottomesso .

Ogni giorno si sentono Storie di Finti Guru ,
Gruppi di Satanisti che con Riti Magici ,
Promettono la Realizzazione di chissa' cosa ,
per poi Scoprire che ti Rubano 
Tempo e Denaro
o chiedono Sesso .

Le IMAGO sono Immagini
Iconograficamente Attuali e Semplici ,
le puoi giocare con amici che ti aiuteranno
nell'interpretazione ,
puoi giocarle con i tuoi figli , con la tua compagna ,
ricorda che e' sempre un gioco ,
la decisione finale devi prenderla solo tu
le carte ti possono aiutare 
solo per Avere un'altro punto di vista , 
SDRAMMATIZZARE , IRONIZZARE ,
puo' Essere Utile a Cercare altre Soluzioni 
ALTERNATIVE
e consultarle con amici o persone a te vicine
ti puo' aiutare a condividere i tuoi dubbi e perplessita'
Rendendo piu' stabili e Rafforzano i tuoi rapporti sociali .
Senza doverti Affidare a personaggi
Strani e Ciarlatani , Truffatori .
Gioca con le IMAGO



Ho realizzato un Cofanetto di legno
che contiene il mazzo di Carte 
ed un Libricino di Suggerimenti
che Usando la Legge 
della Casualita' aiuta nella
 Previsione del Futuro
OTTIMO COME REGALO
Perfetto per collezionisti

.



Manifesto 50 x 70 centimetri
 Se ti piace chiedimelo nello spazio commenti
Ottimo come regalo
.
.
non sono un
 MAGO
Entra nel mio sito e leggi 
TUTTO
.
.
.
leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://maucas.altervista.org/imago_carte.html

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO



.

venerdì 1 novembre 2013

Leggi il Giornale e Sei Pagato

.

.

- PREVISIONI per il 2015 -

.
.


SESSO E ZODIACO

Conosci la personalita' di
ogni segno zodiacale
per capire la sua

SENSUALITA'


.






LEGGI ANCHE


. Bookmark and Share
..


 Ecco la Pagina dei PIANETI 

del Nostro Sistema Solare 
.

. Bookmark and Share .

Elenco blog AMICI