sabato 27 aprile 2013

In fuga dalla Siria



"In fuga dalla Siria", il dramma dei profughi dimenticati

Un libro di Laura Tangherlini che e' soprattutto un lungo reportage tra i campi dove si ammassano i siriani che scappano dalla guerra. Per capire una realta' trascurata

Siria in fuga (Poiesis Editrice, Euro 15,00), di Laura Tangherlini, e' un racconto di viaggio. Anzi, due brevi racconti. Tre giorni tra Amman, Mafraq e Za'tari in Giordania, poi sei giorni in Libano, da Beirut alla Beqaa, da Tripoli al villaggio al confine sirolibanese di Arsal, per dare voce al popolo siriano in fuga.

Inviata di Rainews24, Tangherlini in questo reportage, ci dice, con forza e immediatezza, il dramma dei profughi siriani e attraverso loro quello che succede in Siria, di cui nulla sappiamo...La testimonianza di una cronista che partecipa in modo diretto al dolore e al dramma di chi in un attimo ha perso tutto e che si è rifugiato in Libano e in Giordania, paesi a loro volta immersi nella precarietà economica e istituzionale.

Possiamo sapere cosi' della vita quotidiana delle persone coinvolte. Il resoconto di alcuni progetti di assistenza ai rifugiati...Il malcontento di chi dall'assistenza resta escluso o quasi, come accade in Libano per i palestinesi o gli stessi libanesi che tornano nel loro Paese di origine. I momenti di tensione quando due comunità si trovano costrette a coabitare. L'una che non ha più niente, l'altra che ha già poco. Le emozioni, la commozione e il dolore dei rifugiati. I loro occhi lucidi o spauriti. La loro rabbia. Il chiedersi perché il mondo, quello dei potenti soprattutto, finge di non vederli e si dimentica di loro da troppo tempo.

Laura Tangherlini, nata a Jesi nelle Marche, giornalista e conduttrice di Rainews 24, fa parte della sua redazione Esteri, che la porta a viaggiare e realizzare reportage soprattutto nel Medio Oriente.


 .
iscrivendoti a questi siti guadagni ogni giorno
.

 
.
  Guadagna soldi

.

.

.

clicca sui banner per saperne di piu'
.

.

martedì 9 aprile 2013

IMAGOMUNDI - Torre


Torre

Le vecchie strutture si dissolvono e il benessere trova lo spazio per evolversi.
 Il momento che attraversi è devastante ma non perdere la fede in te . 

Ricorda che i cambiamenti richiedono sempre un crollo di qualcosa  
che stava diventando una prigione senza luce né ossigeno. 

I preconcetti che tieni stretti nella tua mente hanno formato una barriera 
tra te e il mondo, tra te e l’evoluzione.

La barriera ha dovuto essere abbattuta da un forte evento esterno 
 perché non sei stato in grado di fare una scelta nel momento giusto.

 Mantieni la calma di fronte a cambiamenti inattesi e ripeti a te stesso
 l’affermazione positiva “tutto andrà per il meglio”.

Quello che stai vedendo ora non è il quadro completo della situazione 
e ciò che sembra senza speranza non è tale.

In qualche modo qualcosa ti verrà dato che riparerà la perdita o le ferite subite.


Significati divinatori: DISTRUZIONE E ROVINA. 

Cambiamento completo ed improvviso, calamità, perdita di affetti e beni materiali,
 crollo di antiche credenze, abbandono di rapporti passati, miseria,
 caduta, perdita della stabilità e di sicurezza,
 fallimento, rovesciamento, cambio terribile.


Guida spirituale: Ciò che è giusto, essenziale e significativo, sarà preservato.

Pietra consigliata: Acquamarina, Berillo
.
scopri l'origine dei semi delle carte



.

 Questo e' il mio sito con tutti i blog che seguo 


.

iscrivendoti a questi siti guadagni ogni giorno
.
  Guadagna soldi

.

.

.

clicca sui banner per saperne di piu'
.

.

lunedì 1 aprile 2013

In arrivo gli ebook a scuola


In arrivo gli ebook a scuola: addio pesanti libri di testo, benvenuti tablet; la rivolta degli editori e delle industrie

Grandi novità si prospettano nel mondo della scuola a partire dal 2014. Il Ministro Francesco Profumo, tra i tanti provvedimenti siglati in questi ultimi mesi, ha aggiunto anche quello relativo all’informatizzazione obbligatoria nella scuola per un “sapere” più veloce, economico e spendibile. Dal 2014, sarà obbligatorio, per i Collegi Docenti, deliberare la scelta di libri di testo in digitale o in formato misto. Addio, dunque, alle “sudate carte” per fare spazio al più comodo e funzionale tablet. Niente più zaini stracolmi di libri di testo e fragili schiene piegate dal peso. Tutto ciò che serve per una regolare giornata di lezione sarà a portata di click.

Progressiva adozione dei libri digitali.
L’innovazione riguarderà, inizialmente, le classi prima e quarta della scuola primaria, la classe prima della scuola secondaria di I grado, la prima e la terza classe della secondaria di II grado. I docenti avranno modo di consultare online i testi digitali attraverso una piattaforma che il Ministero metterà a diposizione degli istituti scolastici e degli editori, per decidere sull’eventuale adozione. A tutela dei diritti patrimoniali dell’autore e dell’editore, solo per la prima e terza classe della secondaria di II grado, il Collegio dei docenti potrà eventualmente confermare le adozioni dei testi già in uso. Una deroga valida però solo per i due anni successivi all’introduzione dei libri digitali, cioè gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016.

Malcontento degli editori
Per quanto l’uso dei tablet rappresenti, per alcuni versi, una positiva novità nel mondo della scuola, per altri si stanno già sollevando polveroni di polemiche, a partire dagli editori. Il loro dissenso è stato reso noto sul sito dell’AIE (Associazione Italiana Editori): in particolare essi contestano al Ministro di non aver tenuto “in alcun modo  conto delle concrete obiezioni, perplessità e osservazioni avanzate dagli editori”. L’adozione dei libri di testo in digitale – in base a quanto dichiarato dall’AIE -  avrà gravi  ripercussioni sull’intera filiera (editori, grafici, cartai, librai, agenti) e dovrà superare ostacoli di natura infrastrutturale presenti nelle scuole (banda larga, WiFi, dotazioni tecnologiche), secondo quanto si evince dai dati di un’indagine OCSE, voluta dallo stesso Ministero.

.

iscrivendoti a questi siti guadagni ogni giorno
.

 
.
  Guadagna soldi

.

.

.

clicca sui banner per saperne di piu'
.

.

Elenco blog AMICI